News

Il Premio Letterario Internazionale Mondello

In primo piano

27 Nov 2015

MARCO MISSIROLI “SUPER-PREMIATO” al Mondello 2015

MARCO MISSIROLI “SUPER-PREMIATO” al Mondello 2015

È Marco Missiroli con Atti osceni in luogo privato (Feltrinelli) il vincitore del SuperMondello 2015 e del Mondello Giovani, doppio riconoscimento assegnato oggi a Palermo all’Auditorium della Società Siciliana per la Storia Patria, nell'ambito della 41esima edizione del Premio Letterario Internazionale Mondello. Missiroli si è affermato sugli altri due vincitori del Premio Opera Italiana, Nicola Lagioia conLa ferocia (Einaudi) e Letizia Muratori con Animali domestici (Adelphi). I tre vincitori sono stati designati la scorsa primavera dal Comitato di Selezione composto dallo scrittore e saggista Marco Belpoliti, dal critico letterario Gianni Turchetta e dalla scrittriceChiara Valerio. Promosso dalla Fondazione Sicilia con il Salone Internazionale del Libro di Torino, d’intesa con la Fondazione Premio Mondello e insieme con la Fondazione Andrea Biondo, il Premio Letterario Internazionale Mondello è una ricchezza del patrimonio culturale italiano e internazionale. Il SuperMondello e la Giuria dei 240 lettori qualificati Missiroli è stato votato da 125 su 240 componenti la Giuria dei Lettori Qualificati. I giurati, dislocati in tutta Italia, sono stati direttamente indicati dai librai di un circuito di 24 librerie segnalate dalla redazione dell’inserto culturale Domenica de Il Sole 24 Ore. Nei mesi scorsi, ognuna di queste librerie ha inviato alla Segreteria del Premio un elenco di 10 lettori ‘forti’, in grado di formulare un giudizio letterario critico e ragionato. I 240 lettori così selezionati hanno potuto esprimere la loro preferenza votando online in un’apposita sezione del sito premiomondello.it.

Il Mondello Giovani e la Giuria degli studenti 
La Giuria chiamata a decretare il Premio Mondello Giovani ha scelto Missiroli con 85 preferenze su 150 giurati. La Giuria è formata da studenti siciliani120 di dodici istituti superiori di Palermo (coinvolti grazie alla collaborazione con l'Associazione Teatro Scuola, presieduta dal professor Francesco Paolo Ursi), 10 di Enna, 10 di Noto e 10 di Marsala. Un modo per accrescere ancora di più il peso dei giovani lettori, nell'attribuzione dei riconoscimenti del Mondello. Gli studenti hanno letto i tre libri in gara e votato il loro romanzo preferito, motivando la scelta con un testo critico. Sono 143 gli studenti che hanno votato.

Il libro “super-premiato” 
Così recita la motivazione del premio a Missiroli: «La storia che racconta Marco Missiroli in Atti osceni in luogo privato fotografa perfettamente la condizione sentimentale delle nuove generazioni, il vagare nel labirinto delle affezioni sperimentando la divaricazione tra sentimenti e sessualità nella cocciuta intenzione, propria dei giovani, di trovare una perfetta sintesi tra questi due stati della vita, stati insieme dell’anima e del corpo. Dopo una sarabanda di amori e incontri, Libero corre verso un happy end che ricorda gli altri romanzi di Missiroli. Libero appare come un ragazzo d’oggi, incapace di fare i conti con il dolore e con i propri fallimenti, eppure veritiero e assoluto nella sua volontà di felicità. L’autore affida ai personaggi femminili un ruolo positivo, dalla madre di Libero alle donne che lo circondano, Marie e Anna. Scritto con grande maestria, racconta il nostro presente con efficacia e precisione».

Tutti i premiati 
Per la sezione Opera Italiana (€ 3.000 ciascuno): Nicola Lagioia con La ferocia (Einaudi), Marco Missiroli con Atti osceni in luogo privato (Feltrinelli), Letizia Muratori con Animali domestici (Adelphi). 
Per la sezione Critica Letteraria (€ 3.000): Ermanno Cavazzoni con Il pensatore solitario (Guanda). 
Il Premio Speciale del Presidente della Giuria è stato consegnato ad Alessandro D’Avenia per Ciò che inferno non è (Mondadori). Vincitore del SuperMondello (€ 1.000) e del Premio Mondello Giovani (€ 1.000): Marco Missiroli. Anche quest'anno ai componenti della Giuria degli Studenti il Mondello ha riservato un riconoscimento ufficiale: su indicazione del Comitato di Selezione, sono infatti stati premiati i tre studenti autori delle motivazioni ritenute miglioriPrima classificata (€ 500): Alessandra Perriconedell’I.S.S. “D. Almeyda - F. Crispi” di Palermo; Seconda classificata (€ 300): Alessandra Rizzo del Liceo Scientifico “Umberto De Cosmi” di PalermoTerza Classificata (€ 200): Giulia Romanelli del Liceo Classico "Raeli" di Noto.

Come nella passata edizione, l'evento di premiazione è stato anticipato da un dibattito tra gli scrittori e gli studenti dal titolo“Generazioni confuse”, focalizzato sul tema della famiglia rappresentata dagli autori contemporanei, e in modo particolare dai tre scrittori vincitori.

Lo scorso maggio a Torino, al Salone Internazionale del Libro, Antonio Scurati (giudice monocratico del Mondello 2015) aveva assegnato Il Premio Autore Straniero (€ 5.000) a Emmanuel Carrère, da lui individuato come proprio maestro e punto di riferimento letterario.

«Anche in questa edizione il Mondello conferma la sua attitudine a stare al passo con i tempi e a prestare attenzione alle nuove generazioni», dichiara il professor Giovanni Puglisi, presidente della Fondazione Sicilia e della Fondazione Premio Mondello, che aggiunge: «In questo mondo iper-tecnologico, oltre che dialogare con i giovani, la letteratura ha anche il compito di fare incontrare i giovani con gli adulti. Ed è ciò che si prefigge di fare un premio dallo spessore storico e aperto al futuro, come il Mondello».

Il Mondello, cos’è 
Nato nel 1975 grazie a un gruppo di intellettuali palermitani, il Premio Mondello è giunto alla quarantunesima edizione, confermandosi una pietra miliare nel percorso culturale del Paese. In più di quarant’anni di storia, dieci fra gli scrittori che si sono aggiudicati il Premio sono successivamente ascesi alla gloria del Nobel per la Letteratura: Günter Grass, Josif Brodskij, V.S. Naipaul, Octavio Paz, Wole Soyinka, Josè Saramago, Seamus Heaney, Kenzaburo Oe, J.M. Coetzee, Doris Lessing. Tra gli altri vincitori ricordiamo: Milan Kundera, Javier Cercas, Adonis, Don DeLillo, Elizabeth Strout, Péter Esterházy, Alberto Moravia, Italo Calvino, Andrea Camilleri e Alberto Arbasino.

Gallery

Allegati